sabato 16 aprile 2016

La Miniera di Bauxite di Monte Orsello

La strada dei minatori conduceva alle pendici di Monte Orsello, dove un vecchio riparo addossato alla montagna teneva amalapena in piedi le sua mura esterne: molti decenni erano trascorsi dalla sua edificazione nell’immediato dopoguerra,adesso ne rimanevano soltanto una porta ed una finestra a dare accesso al cielo. Poco distante vi era la Miniera di Bauxite,dismessa da oltre quarant’anni, con diversi varchi che entravano nella terra tra i cunicoli di pietra rossa. I sostegni di legno eranocrollati e tutto giaceva nel silenzio disturbato dal vento che soffiava freddo tra quelle condotte. Le direzioni diramavano infacili labirinti, di cui alcuni sfogavano alla luce del sole con ingressi secondari. Negli anni 60, a seguito della Silicosi che colpìmolti minatori, tutto venne abbandonato, fermando così il tempo alle ultime estrazioni minerarie. Riprendevamo la via per la cimadi Monte Orsello, felici di aver conosciuto un altro aspetto di quella montagna.

Nessun commento:

Posta un commento